FEUDO, Unicredit avvia il pressing sulla famiglia Chiarini

L’inizio di settembre per la società  Poppese coincide anche con il cambio di strategia di Unicredit nei confronti della controllante Campaldino Tennis. La banca guidata da Alessandro Profumo, secondo quanto apprende Radio Italia5, ha deciso di avviare un pressing nei confronti della famiglia Chiarini per rientrare dell’esposizione di circa 1500 Euro che ha nei confronti del gruppo guidato da Michele Chiarini. Una strategia che nei prossimi giorni potrebbe concretizzarsi in azioni formali finalizzate al rientro dei credito. Le iniziative della banca, secondo fonti finanziarie citate da Radio Italia5, non riguarderanno in ogni caso l’asset rappresentato dalla società calcistica. La banca, in altri termini, non chiederà di vendere la quota di controllo del Feudo calcio per la quale, anzi, si auspica una gestione che superi l’attuale fase di immobilismo. Il Cda Feudale comunque si è già mosso per cercare un nuovo impianto per allenamenti e partite all’ altezza della C2, cosa che la Campaldino Tennis non può offrire. La situazione si sbloccherà nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Name: (Required)

eMail: (Required)

Website:

Comment: